Suoni riciclosi: 7 modi per suonare i contenitori delle sorprese delle uova di pasqua!

Prima delle vacanze di Pasqua avevo chiesto ai bimbi della materna dove insegno di conservare i contenitori delle sorprese delle uova di cioccolata. Al rientro in moltissimi mi hanno portato i loro contenitori, arrivano in classe con il loro bottino e soddisfatti me li davano consapevoli che avremo creato insieme qualcosa di speciale! 🙂

Oggi voglio mostrarvi un modo molto semplice di utilizzarli, utile per far capire ai bambini come uno stesso oggetto possa produrre diversi suoni! Non li decoreremo, ne trasformeremo, ma li useremo così come sono!

Prima di tutto bisogna specificare che ce ne sono di tutte le dimensioni e anche forme, ognuno avrà un suono diverso e potrà essere più o meno maneggevole a seconda dell’età!

Ho infatti usato quelli più piccoli con la classe primavera, mentre i più grandi con i bimbi dell’ultimo ciclo della materna.

E a chi si domandasse se li ho trasformati in giganti maracas, la risposta è NO! almeno non subito 😉

 

Infatti all’inizio ho dato loro i contenitori aperti!

 

 

Ecco 7 modi per suonare i contenitori della uova:

 

1. BATTERE: ogni bambino aveva un guscio in ogni mano e li percuoteva uno contro l’altro. Devo ammettere che questo è stato uno degli esperimenti sonori che mi ha soddisfatto di più per la qualità del suono!

 

 

2. PERCUOTERE: li abbiamo usati come se fossero dei bonghetti, provando sia a poggiarli a  terra che su un tappeto morbido, la seconda soluzione è quella che ci è piaciuta di più!


 

3. CIN CIN: esercizio di coordinazione motoria, insieme ad un compagno battere uno contro l’altro come se fosse un brindisi, ma a tempo!!! Bhe a volte andava bene a volte no, ma l’esperienza affina il movimento!


 

4. A TERRA: scoprendo i suoni delle diverse superfici che si andava, anche mobili, sedie, tappeti…

 

 

6. CANTIAMOCI DENTRO: un mocrofono artigianale, con divertimento assicurato, i bambini non potevano credere che la loro voce era amplificata!

 

7. MARACAS: ebbene si! alla fine ho messo dentro dei fagioli e li abbiamo trasformate in maracasa. Ma solo alla fine!

 

Conclusione? Non buttare i contenitori delle sorprese delle uova di Pasqua! anche perchè questo è solo l’inizio!!! 😉

Posted in Musica e Sperimentazione, Strumenti musicali and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

2 comments

  1. BRAVISSIMA!!! VEDO CHE STAI SEGUENDO LE MIE ORME…NON BUTTARE VIA I CONTENITORI DELLE UOVA 🙂
    Ti rispondo qui alla tua domanda…M… come mare…ma U… come udito 🙂 dove mostrerò le tue trombette .
    Grazie per le tue grandi idee.
    Maestra Valentina

    Rispondi

    • Eh si non si possono proprio buttare i contenitori delle uova 🙂 comunque non riesco ancora a credere che vedrò le mie trombette rifatte da te sul tuo blog!!! 🙂
      Grazie grazie grazie!

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *