Carol of the bells

Il Natale 2017 lo saluto con questo brano che ha appassionato e reso indimenticale uno dei cique concerti che quest’anno ho curato con i bambini dell’Istituto Nazareth di Napoli.

Per l’occasione ho studiato un arrangiamento ad hoc con:

  • Goldon bar chimes
  • Glockespiels
  • Deskbells
  • Bells
  • Percussioni

Hanno eseguito il brano 50 bambini della quarta e quinta elementare. Per semplificare l’esecuzione ho studiato una versione ad hoc in italiano, che il cui significato non corrisponde a quella inglese, ma che ha voluto creare nei bambini la massima attenzione e partecipazione, attraverso un testo che puntava a far comprendere da un lato quanto la complessità e la velocità potesse diventare l’elemento di forza di questo brano e dall’altro mostrare alcune caratteristiche musicali di questo brano quali per esempio il “crescendo”.

Il risultato è stato che i bambini si sono così appassionati da riuscire ad imparare questo testo in soli tre giorni, senza mai stancarsi di cantarlo e ricantarlo.

Ecco la versione in italiano che ho studiato per i bambini:

Senti di qua
senti di la
il tintinnar
ci porterà
felicità
risuonerà
serenità
si troverà
con allegria
e la magia
abilità
arriverà
capacità
e agilità
complessità
tenacità
canta orsù
non ti fermar
velocità
arriverà
canta senza fermarti un sali e scendi
con grande abilità
sali sali sali sali ancora
merry merry merry christmas
vocalità
abilità
rapidità
qui ci sarà
din don don din don don
canta così insieme a me
din don don din don don
canta con me

A questo link troverete invece il video dell’esecuzione 🙂

Buon Natale a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *