Music around world: stop motion

Ecco a voi al nuova grafica del mio Blog!!!!

Non immaginate quanto io sia contenta, trovo che così cartaecolori mi rappresenti ancora di più! 🙂 Pian piano si arricchirà di nuovi contenuti e ci assicuro avrete molte sorprese inaspettate.

Oggi voglio però parlarvi di “Music around the world” un progetto che ho seguito con i bambini della scuola dell’infanzia. Un viaggio attraverso i suoni alla scoperta di culture vicine e lontane.

Il percorso che ho progettato ha voluto essere un vero è proprio viaggio fantastico!

Ogni giorno con i bambini, con un mezzo di locomozione diverso, arrivavamo in un continente e ci tuffavamo in quella cultura alla ricerca di ciò che ce l’avrebbe resa indimenticabile. Scoprivamo sapori, personaggi, suoni, canzoni, danze e strumenti musicali!

E’ stata un’esperienza indimenticabile e ho pensato di condividere con voi alcune esperienze che abbiamo vissuto.

Ho dovuto condurre ricerche e la preparazione delle lezioni è stata impegnativa ma vi assicuro che le soddisfazioni che avuto non le dimenticherò. Questa esperienza ha fatto crescere loro quanto me, in quanto le mie ricerche mi hanno portato ad inserire, nelle mie programmazioni, in pianta stabile musiche e danze di continenti lontani che prima nemmeno conoscevo.

Ho costruito una valigia e disegnato tantissimi personaggi che ogni giorno accoglievano i bimbi e oggi per introdurre questo che sarà solo il primo di una serie di post, condivido il mio prodotto finale!

Ho presentato, infatti, questo stop motion al concerto conclusivo dei bimbi ai genitori per mostrare loro quanti continenti, nazioni e personaggi avessero conosciuto i loro figli.

Questo stop motion è stato frutto del lavoro con un mio amico fotografo Enzo Pinelli alcune delle sue splendide foto le trovate su questo mio blog, non avrete difficoltà a riconoscerle vista la differenza con quelle scattate da me. Vi consiglio di andare a guardare la sua pagina per la gioia dei vostri occhi.

Enzo ha avuto la pazienza di scattare 220 fotografie, per questo stop motion, che poi ho montato, tutto questo per cercare di rappresentare in 2’22” quello che è stato il viaggio di un anno con dei piccoli della scuola dell’Infanzia che hanno cantato in inglese, spagnolo, francese e persino giapponese, hanno incontrato amici sconosciuti che hanno mostrato loro piatti dai sapori strani e strumenti musicali che non avevano mai visto prima.

Un’esperienza veramente indimenticabile per loro e per me… e il viaggio non finisce qui! 😉

 

Salva

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *